Vai alla homepage dell'OPAC di Ecografico - Toponomastica OPAC Ecografico - Toponomastica

scheda 10667

 
 
CODICI
ID SCHEDA10667
tipo di scheda
tipo di schedaOAC
CODICE UNIVOCO
Num. catalogo generale00047
 
OGGETTO
OGGETTO
definizione
IDENTIFICAZIONE TITOLO / SOGGETTO
titolo dell'operaPAOLO VERONESE PITTORE SOVRANO...
identificazione del soggettoPaolo Caliari Detto Veronese
identificazione del soggettopittore
identificazione del soggettopersonaggio
identificazione del soggettouomo
 
LOCALIZZAZIONE
LOCALIZZAZIONE GEOGRAFICO-AMMINISTRATIVA ATTUALE
statoItalia
regioneVeneto
provincia
comune
località
altra rip. amm. o loc. estera
COLLOCAZIONE SPECIFICA
tipologiaMigrazione 415 record da XLS per Ecografico
qualificazionedicembre 2012
denominazione raccolta
 
GEOREFERENZIAZIONE TRAMITE PUNTO
DESCRIZIONE DEL PUNTO
coordinata x12°19'46"
coordinata y12°26'1"
 
RAPPORTO
RAPPORTO OPERA FINALE / ORIGINALE
Coll. opera fin./orig.parietale esterna
 
CRONOLOGIA
CRONOLOGIA GENERICA
secoloXVI
CRONOLOGIA SPECIFICA
da1528
a1588
 
DATI TECNICI
MATERIALI/ STRUMENTAZIONE
indicazioni specifiche
 
CONSERVAZIONE
STATO DI CONSERVAZIONE
stato di conservazionebuono
 
DATI ANALITICI
ISCRIZIONI
trascrizionePAOLO VERONESE
PITTORE SOVRANO DI VENEZIA
TRIONFANTE MAESTRO IMMORTALE
PER MUTARE DI SECOLI DIMORO'
LUNGAMENTE IN QUESTA CASA E VI
MORI' IL XIX APRILE MDLXXXVIII

 
FONTI E DOCUMENTI DI RIFERIMENTO
DOCUMENTAZIONE FOTOGRAFICA
generefotografia allegata
tipodigitale
autoreFiorillo Laura
data2012/06/05
ente proprietarioComune di Venezia
codice identificativo..\foto\47\2012_06_05\foto_dettaglio.jpg (00047_A.JPG)
noteFoto dettaglio
generefotografia allegata
tipodigitale
autoreFiorillo Laura
data2012/06/05
ente proprietarioComune di Venezia
codice identificativo..\foto\47\2012_06_05\foto_contesto.jpg (00047_B.JPG)
noteFoto contesto
citazione completa
citazione completa(Verona, 1528 - Venezia, 1588) Figlio di uno scalpellino, fu allievo di Antonio Badile. A ventitrè anni venne chiamato dal Sanmicheli per affrescare, insieme allo Zelotti, la villa dei Soranzo a Castelfranco. Tre anni dopo giunse a Venezia per decorare i soffitti della sala dei Dieci in Palazzo Ducale. Nel 1555 iniziò la decorazione della chiesa di San Sebastiano. Firmò in seguito gli affreschi della villa palladiana Barbaro a Maser, cosa che gli procurerà fama ed altre numerose commissioni. Fra queste le "Cene", grandiose composizioni di impianto scenografico. Una di queste, eseguita per il convento domenicano dei SS. Giovanni e Paolo di Venezia, gli attirò la censura del Santo Uffizio, costringendolo a modificare la composizione in quella che divenne il "Convito in casa Levi". Fra i capolavori dell'artista si annoverano le decorazioni del soffitto della Sala del Collegio in Palazzo Ducale, eseguite dopo l'incendio del 1576.
 
COMPILAZIONE
referente scientifico
Funzionario resp.Savini Stefano
AGGIORNAMENTO - REVISIONE
data2012
nomeFiorillo Laura
enteComune di Venezia - Servizio Ecografico e Toponomastica
referente scientificoPadovan Francesco
 
ANNOTAZIONI
osservazionisi
ALBUM DI VENEZIA ::Homepage ::Credits Powered by SICAPWeb CG Soluzioni Informatiche
Valid XHTML 1.0 TransitionalValid CSS! Vai al sito www.venis.it